Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 21 ottobre 2017 - Ore 08:40

I punti nascita ridotti da 42 a 18 in Puglia

I punti nascita ridotti da 42 a 18 in Puglia

Salento - Ridotti i punti di nascita pugliesi da 42 a 18. In seguito alle indicazioni dettate nell'Accordo Stato-Regioni, sottoscritto il 16 dicembre scorso, la Commissione tecnica regionale ha stabilito che chiuderanno i reparti di ostetricia che effettuano meno di 1000 parti all'anno.

Nella Provincia di Lecce, in particolare, si passerà da 7 a 3 reparti, nella provincia di Taranto da 5 a 3 e nella provincia di Brindisi da 4 a 2.

A chiudere sono i reparti di Scorrano, Galatina, Casarano e Gallipoli mentre si potrà partorire negli ospedali di Lecce, Tricase e Copertino.

Sono in molti a dirsi in disaccordo con questa decisione, come Antonio Maniglio, vicepresidente del Consiglio regionale: "Mi pare davvero poco rispondente alle esigenze dei territori e alla sicurezza delle donne che devono partorire l'idea di chiudere 4 punti nascita su 7 esistenti in provincia di Lecce".

La vicepresidente Loredana Capone ha dichiarato: "Nessuna chiusura dei punti di nascita attualmente esistenti, ma una necessaria programmazione per razionalizzare i servizi adeguandoli alle linee guida nazionali che assegnano tre anni per l'adeguamento".

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner